Tra inferno e paradiso

18 marzo 2020 - 9:46

Un percorso impegnativo e vario, che dalla frazione Campiglia sale fino a superare i 1000m, in un sentiero panoramico che ci regala una vista entusiasmante sulla Val d’Orcia, il Monte Amiata e addirittura le montagne Abruzzesi.

Dal paradiso si scende verso l’inferno, con l’odore di zolfo del gas che si sprigiona dal sottosuolo, per raggiungere la spettacolare cascata calcarea del Fosso Bianco di Bagni San Filippo, dove potremo immergerci in qualunque stagione, dato che la temperatura dell’acqua supera i 48°. 
 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Maremma: la civiltà del tufo

Cilento e Umbria con Officinae Itineris

Il progetto dei Laboratori: Outdoor a 360°