Inverno con le ciaspole sull’Appennino: 5 itinerari sull’ultima neve dell’anno

Dallo spartiacque dell'appennino Tosco-Emiliano fino al massiccio del Pollino. Ecco cinque suggestivi itinerari con le ciaspole per scoprire la magia delle vette appenniniche coperte dalla neve!

26 febbraio 2024 - 17:00

Trekking di fine inverno sull’Appennino, 5 itinerari da nord a sud

Non sono montagne “da consumare” quelle che segnano la spina dorsale d’Italia e portano la voce dell’inverno nel cuore del Mediterraneo.

Chi sogna di ciaspolare o camminare nella neve vista mare (o quasi) queste cose le deve sapere: per cogliere certi frutti bisogna saper attendere il momento giusto.

Ancor più che sulle Alpi qui la congiunzione astrale fra il proprio tempo libero e le condizioni ottimali è cosa rara.

Dallo spartiacque Tosco-Emiliano al Pollino la neve non è una certezza da dare per scontata e spesso quando c’è lei non ci siamo noi e viceversa.

Ma quando tutti i pezzi del puzzle combaciano alla perfezione, allora possiamo vivere un’esperienza rara e preziosa, tanto speciale quanto effimera. È la magia delle nevi d’Appennino.

 

1 – Emilia-Romagna: sulla neve alla scoperta del Monte Cusna

Cominciamo il nostro viaggio da nord, dal Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano.

In questa natura in piena salute, dove al lupo si affianca un altro predatore “nobile” come l’aquila e dove le mirtillete di alta quota cedono il passo ai rigogliosi boschi di faggio.

Qui troviamo impresse le testimonianze storiche legate all’uomo, dai tempi più lontani del popolo dei Liguri Frignates, a quelli più recenti della Linea Gotica.

Perfettamente incastonati nel paesaggio montano si possono scoprire antichi insediamenti abbandonati, ma anche rocche, come quella di Sestola, castelli e borghi medioevali, antiche vie di pellegrinaggio e di comunicazione, la via Romea Nonantolana, la Vandelli, la via Bibulca che nel periodo invernale possono diventare vie di transito dei moderni galleggiatori della neve.

_ Itinerario consigliato: ai piedi del Monte Cusna

 

2 – Toscana: con le ciaspole nella magia dell’Abetone

L’Abetone è la culla degli sciatori toscani ed emiliani, ma l’Appennino pistoiese d’invernonon è solo sci.

Anche gli appassionati delle camminate con le ciaspole qui possono trovare un terreno ideale per le escursioni.

I sentieri percorribili sono numerosissimi, è possibile scegliere tracciati a mezza costa o sul crinale, godendo, in giornate di sereno, di orizzonti vasti, dalle alpi al mare.

Uno dei percorsi più affascinanti è quello che dall’Abetone porta al Libro Aperto, vetta simbolo del territorio. Il nome deriva dalla forma del gruppo montuoso che, visto dalla valle della Lima sembra un grande libro aperto e adagiato su un leggio.

_ Itinerario consigliato: con le ciaspole sull’Abetone

 

3 – Liguria: con le ciaspole nella selvaggia Val d’Aveto

La Val d’Aveto, affascinante angolo della Liguria, svela sorprese uniche agli appassionati di escursioni anche in inverno, pur essendo vicina al mare.

Protetta dal Parco dell’Aveto, è una delle perle dell’Appennino Ligure.

Nella stagione fredda il paesaggio assume un’atmosfera magica con la neve, regalando un’esperienza da alta montagna.

Il Parco abbraccia cime maestose come il Monte Penna (1735 m) e il Monte Aiona (1701 m) con foreste di faggio, mentre monti come Zatta e Ramaceto offrono panorami suggestivi.

Si possono praticare ciaspolate e sci alpino, rendendo la Val d’Aveto un luogo eccezionale per gli amanti della natura e degli sport invernali.

_ Itinerario consigliato: con le ciaspole in Val d’Aveto

4 – Marche: con le ciaspole alla scoperta del Monte Nerone

Con l’arrivo della neve, anche sulle Marche si può ciaspolare.

Le montagne e gli altipiani offrono itinerari spettacolari per le racchette da neve, con panorami emozionanti e paesaggi incantevoli.

Camminare con le ciaspole permette di esplorare la natura invernale in tutta la sua bellezza, tra boschi innevati e vette imponenti.

Il monte Nerone, con i suoi sentieri ben segnalati, è un vero paradiso per chi cerca la magia della neve e la bellezza della montagna sull’Appennino.

Itinerario consigliato: con le ciaspole sul Monte Nerone

 

5 – Calabria: alla scoperta della Sila con le ciaspole

Con l’arrivo dell’inverno la Sila si veste di bianco, offrendo un’esperienza straordinaria agli amanti delle ciaspole.

Questo è il momento ideale per esplorare a piedi il paesaggio incantevole e le foreste incontaminate della Calabria più selvaggia.

Camminare sulla neve regala sensazioni uniche, permettendo di immergersi completamente nella bellezza naturale di questa regione.

La Sila, con i suoi vasti boschi e le sue distese innevate, diventa un vero paradiso per chi ama l’avventura e la natura.

_ Itinerario consigliato: alla scoperta della Sila con le ciaspole

 

 

_ Scopri altre idee di viaggio in Italia

 

Seguici sui nostri canali social!
Instagram – Facebook – Telegram

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trentino meraviglioso di fine inverno, 10 itinerari panoramici sui laghi

Italia in primavera: 7 splendidi borghi Bandiera Arancione tutti da scoprire

Neve a marzo, la guida alpina Piccoliori: come andare sulle ciaspole