In cammino nelle Langhe fra le colline di Diano d’Alba

20 maggio 2017 - 13:19

L’itinerario che andiamo a proporre si snoda lungo i dolci pendii delle colline che l’Unesco ha riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità, attraverso uno dei pesaggi rurali più belli del mondo. Una bellezza che circonda l’escursionista da vicino e che nelle azzurre giornate autunnali, si riverbera anche verso l’orizzonte, con panorami che consentono di godere di una vista a 360 gradi sulle Alpi Marittime e il Monviso.

Non occorre essere atleti esperti per godere di tanto splendore: il nostro percorso, infatti, si sviluppa lungo le tranquille strade asfaltate che costeggiano antichi castelli, borghi e torri, architetture tipiche di queste zone.

Dalla piazza principale di Ricca di Diano d’Alba si perviene a Sferisterio Comunale. Oltre il torrente Cherasca, si svolta a destra sino ad arrivare a Diano d’Alba, da cui si imbocca la strada per Alba, deviando poi a sinistra per Grinzane Cavour e Gallo d’Alba.

Si prosegue in discesa sino ad incontrare le indicazioni per Via Carzello. Superato il paese omonimo seguire i cartelli che indicano l’Azienda Agricola Camparo (attenti, l’indicazione è poco evidente).

Si procede in salita sino alla strada che giunge da Diano d’Alba, che si seguirà sino al fondovalle. Poi si prosegue per Sinio, procedendo ancora in salita verso Diano d’Alba e Via Moglio Gerlotto. Si prende poi il percorso in salita che incrocia la Sp. 32 che arriva da Montelupo.

Seguitando lungo Via Passirio, si scende attraverso tutto il tragitto sino a giungere presso il ponte sul Cherasca e allo Sferisterio, originario punto di partenza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Garfagnana Trekking: tutte le tappe

La traversata del Gran Sasso

L’incanto delle Dolomiti: l’anello delle Tre Cime di Lavaredo