Liguria: da Lerici a Buonviaggio, seconda tappa del Sentiero dei Poeti

Dai centri storici dei piccoli borghi con le case color pastello alle fortificazioni militari e alle chiese antiche, la seconda tappa del Sentiero dei Poeti ci guida tra mare e monti alla scoperta di un angolo magico di Liguria.

7 marzo 2021 - 10:07

Lerici, trekking tra storia e letteratura

La prima cosa da fare in questa seconda tappa del Sentiero dei Poeti, che ci condurrà da Lerici a Buonviaggio è ancora prima di partire, godersi un qualche ora il borgo di Lerici.

Una vera perla del Golfo dei Poeti, col Piazzale della Bellavista da cui si gode dell’intero Golfo della Spezia, il Castello che ospita un importante Museo Geopaleontologico, le Chiese di San Francesco e di San Rocco.

Il percorso della tappa offre notevoli gli spunti panoramici, e si caratterizza per l’alternanza di ambienti tra loro molto differenti, fra i quali spicca il fitto e suggestivo castagneto nel tratto da Pugliola al Passo della Cisterna.

Interessanti sono anche le vecchie fortificazioni militari che si incontrano lungo la via, erette a difesa dell’Arsenale di La Spezia, mentre il Santuario della Madonna del Buonviaggio è uno tra i più importanti santuari mariani italiani, le cui origini risalgono addirittura al XII secolo.

L’itinerario: in partenza da Narbostro di Lerici

Dalla frazione Narbostro si imbocca Via del Carro, un vicolo stretto fra due muretti, che si stacca a sinistra dalla statale, in direzione di Lerici, e si prosegue per Via Gattoroncheri e Via Rinaldi, attraversano la frazione di Pugliola.

In questo tratto si godono ampi scorci panoramici sul Golfo di La Spezia.

Appena fuori dall’abitato si abbandona la strada asfaltata per imboccare un sentiero sulla sinistra, che sale in un bel bosco di castagni, fino a giungere al Passo della Cisterna a quota 175 metri.

Poco oltre il passo l’itinerario si inserisce sul percorso delle vecchie strade militari, in parte asfaltate e in parte sterrate.

Si prosegue toccando, con numerosi saliscendi, le località di Pietralba e Baccano, dove comincia la discesa verso la località Termo di La Spezia.

A Termo si attraversa la SP1 e subito la si abbandona per imboccare la strada meno trafficata che porta fino alla località Monte.

Da qui si continua tra strade asfaltate (comunque sempre poco trafficate) e sentieri raggiungendo in successione il borgo di San Venerio (uno degli insediamenti più antichi della zona, la cui fondazione è probabilmente anteriore a quella della stessa città di La Spezia).

Da qui si giunge a Beverone e alla località Madonna del Buonviaggio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, trekking sulla spiaggia: di cala in cala da Punta Ala a Follonica

La Via Matildica del Volto Santo, un cammino di 285 km tra storia e natura

Piemonte, la magia della montagna: un itinerario nel Parco Veglia-Devero