Domenica 10 Ottobre: in tutta Italia si celebra la Giornata Nazionale del Camminare

Anche quest'anno torna la Giornata del Camminare di FederTrek, giunta alla sua IX edizione. Una manifestazione che ha l'obiettivo di portare a camminare per le città migliaia di cittadini, facendo sperimentare la mobilità sostenibile.

8 ottobre 2021 - 8:39

La Giornata Nazionale del Camminare è un appuntamento giunto ormai alla sua nona edizione.

Una manifestazione promossa da FederTrek e ideata dai fondatori Italo Clementi e Paolo Piacentini, con l’obiettivo di sensibilizzare cittadini e istituzioni sulla necessità di avere centri urbani che siano a misura d’uomo e non d’automobile.

Città non più schiave del traffico e del degrado ma restituite alla persone che possono tornare viverle a piedi e in bicicletta.

Alla Giornata del Camminare possono aderire tutti.

I Comuni e gli enti locali possono patrocinare e supportare le iniziative, mentre le associazioni possono organizzare percorsi gratuiti aperti a tutti i cittadini che desiderano partecipare.

L’obiettivo è mostrare, almeno una volta all’anno, come sarebbe una città vissuta dalle persone e non solo dalle auto, per vedere l’ambiente urbano da un’altra prospettiva.

In questi ultimi otto anni la Giornata del Camminare ha ottenuto importanti risultati, molte città aderenti hanno dato il via a progressivi processi di pedonalizzazione e di sviluppo di reti di mobilità sostenibile.

I cittadini hanno scoperto l’importanza di riprendersi i centri urbani e le periferie limitando l’uso delle auto a favore delle aree pedonali e ciclabili.

Un appuntamento ancor più importante dopo un 2020 di pandemia

Quest’anno la Giornata del Camminare sarà un appuntamento ancora più importante e carico di significato.

Nel 2020 le nostre città erano nella morsa della seconda ondata della pandemia e le restrizioni hanno reso difficile celebrare questa manifestazione.

Le misure di sicurezza per convivere con il virus imponevano – ed impongono – il divieto di assembramenti, la necessità di mantenere le distanze e di stare in ambienti areati.

Una situazione che ha mostrato tutti i limiti del trasporto pubblico locale. Autobus, metropolitane, tram e treni sono costantemente sovraffollati e non riescono a garantire un servizio efficiente.

La soluzione di ridurre la capienza dei mezzi era praticabile solo con scuole chiuse e lavoratori in smart working, ma adesso occorre ripensare dalle fondamenta la mobilità urbana.

La mobilità sostenibile rappresenta l’unica via percorribile. Solo una città che punta sulle aree pedonali e sulle piste ciclabili è destinata a migliorare la qualità dei vita dei cittadini e a mitigare la crisi climatica.

L’obiettivo della Giornata del Camminare è proprio questo: mostrare anche ai più scettici come sia possibile ripensare la struttura e la mobilità nei nostri centri urbani.

 

Giornata del Camminare: libera i tuoi passi!

Questo lo slogan che accompagna la promozione di questa edizione della Giornata Nazionale del Camminare.

Sul sito della Giornata del Camminare si possono ancora inserire le iniziative ma soprattutto è possibile partecipare ad una delle tante proposte che quest’anno sono caratterizzati da temi specifici:

  • Camminare in città.
  • Lungo i cammini storico culturali e nelle nostre meravigliose aree interne.
  • La pulizia dei sentieri e la scuola.

Nelle scorse edizioni i partecipanti hanno percorso migliaia di chilometri in lungo e largo attraverso la penisola, dalle camminate in città fino ai sentieri montani.

Nello scorso autunno, le limitazioni dovute alla pandemia, hanno in parte limitato la manifestazione, ma quest’anno si torna a camminare in tutta Italia con un calendario ricchissimo di eventi.

In Calabria si camminerà tra i castelli o ci si potrà avventurare nella riscoperta dei luoghi dei briganti.

A Roma e nel Lazio ci sono in programma più di 30 iniziative, itinerari e percorsi per tutti i gusti, con particolare attenzione per il trekking urbano.

Nel Lazio aderiscono alla manifestazione anche importanti aree protette che hanno raccolto l’invito dell’Assessorato alla Transizione Ecologica di organizzare escursioni per far conoscere le peculiarità naturalistiche di territori unici e sensibilizzare sulla ricchezza del patrimonio di biodiversità a pochi chilometri dalla capitale.

A Fabriano si inaugura un nuovo sentiero nella zona del Monastero di San Silvestro, luogo magico, dove transita formai famoso Cammino nelle Terre Mutate.

Sempre nelle Marche si cammina anche ad Offida, famosa per gli ottimi vini e l’integrità del centro storico.

A Rovigo si ripercorrono con lentezza i siti della storia ebraica, mentre nel vicino Friuli si può andare alla scoperta della stupenda Val Resia.

Insomma anche quest’anno la Giornata del camminare ne ha per tutti i gusti e la speranza è che tantissime persone si mettano in cammino lasciando l’automobile a casa, sul sito ufficiale tutti gli eventi in programma.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Festival del Ciclismo Lento: a Ferrara dal 29 al 31 ottobre

A Pistoia inizia il Cammino delle Credenziali

Isola d’Elba: trekking e bike a settembre, sulle orme di Napoleone