In arrivo bonus per l’acquisto di biciclette

7 maggio 2020 - 21:00

La Fase 2 dell’emergenza sarà caratterizzata dal distanziamento fisico. Ancora per molto tempo dovremo abituarci a mantenere la distanza di sicurezza in molte situazioni della nostra vita. Questo limite creerà enormi problemi nei posti di lavoro, nei negozi, nei supermercati e soprattutto nei mezzi pubblici di trasporto.

Bus, metropolitane e tram avranno una capienza ridotta, muoversi in città rischia di diventare davvero difficile. Il ritorno all’auto privata non sarebbe una soluzione, anzi renderebbe le nostre città ancora più trafficate e inquinate.  Un rischio enorme, visto che è stato accertato che il virus si diffonde con le particelle di inquinamento.

La soluzione al problema, almeno in parte, potrebbe essere la mobilità sostenibile. Aree pedonali e piste ciclabili devono gradualmente diventare i canali di spostamento privilegiati delle persone nei centri urbani, è il momento giusto per riconvertire definitivamente la mobilità urbana.

Gli incentivi del Governo: un primo passo

Alcune città sono già molto avanti, altre avranno bisogno di molto lavoro per riprogettare la viabilità urbana. Intanto però il Governo ha deciso di prevedere un bonus fino a 500 euro per l’acquisto di biciclette e monopattini, che sarà introdotto con il Decreto Maggio.

Il Ministero dell’Ambiente, attraverso le parole del Ministro Sergio Costa, ha affermato che saranno stanziati 125 milioni di euro per coprire le richieste di questo bonus. Un  provvedimento studiato e realizzato insieme al Ministero dei Trasporti con l’obiettivo di finanziare l’acquisto di biciclette e monopattini elettrici.

La strada per convertire la mobilità delle nostre città è ancora lunga, ma questo potrebbe essere un primo passo per convincere molti italiani a dotarsi di un mezzo di trasporto sostenibile per muoversi in città, che permette il distanziamento sociale, non provoca traffico e non inquina.

Sul Decreto il Ministro Costa, in una diretta Facebook, ha anticipato provvedimenti anche per le auto elettriche:

Nel Decreto legge della semplificazione, che faremo passare dopo quello dei 55 miliardi, lavoreremo sulle norme di autorizzazioni per le colonnine di rifornimento delle auto elettriche. Adesso per installare una colonnina occorrono tra 11 e 18 autorizzazioni amministrative. Se noi semplifichiamo a una, massimo due, forse le colonnine le mettiamo”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa (M5S), nel corso di un dibattito su Facebook organizzato da Edizioni Ambiente.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Terminillo: futuro nero per il turismo bianco

Bando Bike Tourism: selezione idee per il turismo su due ruote

Andare al lavoro in bici o a piedi per stare in salute e risparmiare