Ritorna IT.A.CÀ, il festival del turismo responsabile per migranti e viaggiatori

19 marzo 2020 - 11:01

Il 18 maggio è partita la carovana di IT.A.CÀ, il festival del turismo responsabile che si svilupperà in quattro diverse tappe fino al 5 giugno passando dalle province di Rimini, Bologna, Parma e Ferrara.

Le città d’arte dell’Emilia Romagna ospiteranno l’ottava edizione del Festival IT.A.CÀ, la rassegna itinerante dedicata al mondo del turismo responsabile e dei viaggi fuori dai tracciati turistici di massa. Per più di dieci giorni si alterneranno presentazioni, eventi, trekking, passeggiate e pedalate per godersi gli aspetti inconsueti e più autentici del viaggio.

IT.A.CÀ si presenta come un grande raccoglitore di incontri tra viaggiatori, operatori del mondo del turismo e della ricettività, studenti, cittadini, istituzioni e organizzazioni. Obiettivo principale della rassegna è dunque la riaffermazione della necessità di nuove tipologie di viaggio, che non siano soltanto le “semplici” vacanze a cui siamo abituati. Sostenibilità, eco-compatibilità, miglioramento della competitività del settore turistico, promozione, turismo etico: sono tutti termini chiave per gli organizzatori di IT.A.CÀ, per sviluppare un’idea alternativa di turismo dove non importi tanto la destinazione, ma i valori del rispetto e del confronto che arricchiscono l’esperienza di viaggio, qualunque esso sia.

La carovana è partita da Rimini (18-22 maggio) per poi toccare Bologna (23-29 maggio), Parma (30 maggio-5 giugno) e Ferrara (30-31 maggio). Tra gli eventi organizzati ci saranno anche le rassegne “Raccontami un posto” e “Adotta un turista” dove verranno premiati i racconti di viaggio più coinvolgenti e le proposte di ospitalità più originali.

Per chi ama partecipare attivamente, sono diverse le proposte della rassegna: le passeggiate toccano i sentieri dell’Appennino, la antica via Porrettana verso Pistoia e la Toscana, i luoghi di culto di Bologna. Per gli amanti delle due ruote sarà organizzata una pedalata tra i boschi di Carrega con partenza da Parma, una gita sulla Verona – Firenze e una suggestiva escursione al chiaro di luna da Bologna a Ravenna, lungo le vie d’acqua che anticamente collegavano il capoluogo alla costa del ravennate.

Si ringraziano gli organizzatori di IT.A.CÀ per la concessione del materiale fotografico.

Per ulteriori informazioni consultare il sito dell’evento www.festivalitaca.net

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Val Vigezzo: la magia dell’autunno viaggia con il Treno del Foliage

Piemonte, Monferrato: Festival del Turismo Responsabile, 8 – 10 ottobre

Autunno in Friuli Venezia Giulia: esperienze enogastronomiche sulle strade del vino e dei sapori