Innsbruck, Walks to Explore: 7 itinerari a tema per scoprire la città

Cultura e natura, tradizione e tendenza, quieto relax e sfide emozionanti: nessun’altra città riesce ad unire tanto diverse e affascinanti. Innsbruck è al tempo stesso meravigliosa città e centro di un suggestivo scenario alpino. 

20 luglio 2020 - 6:44

Innsbruck: alpi, arte, outdoor e cultura

Cultura e natura, tradizione e tendenza, quieto relax attività outdoor: poche città riescono ad unificare esperienze così diverse in un modo altrettanto affascinante.

La città è in una posizione ideale e ogni giorno offre la possibilità di vivere un’esperienza nuova.

Gli itinerari “Walks to explore” sono un esempio di questa ricchezza: sette passeggiate a tema per conoscere la città guardandola da prospettive diverse, scoprendo la sua incredibile varietà alpino-urbana.

 

Walks to Explore: camminare alla scoperta di Innsbruck

Una traccia da seguire per esplorare Innsbruck è sicuramente quella della sua storia imperiale.

Lungo la passeggiata degli Asburgo, l’imperatore Massimiliano, la principessa Sissi e altri personaggi d’alto rango prenderanno vita come per magia.

Uscire finalmente all’aria aperta e fuggire dalla quotidianità, incamminarsi lungo percorsi sconosciuti e sfruttare la riconquistata libertà per scoprire nuove prospettive.

A Innsbruck, percorrere vie nuove e poco battute è particolarmente facile: gli itinerari Walks to explore, sette affascinanti passeggiate a tema, conducono in lungo e in largo attraverso la città, lontano dalla folla, vicino all’essenza del luogo.

Tra l’imponente trampolino per il salto con gli sci del Bergisel e la suggestiva gola Sillschlucht, attraverso lo storico quartiere di Anpruggen o lungo gli scenari più giovani e moderni della città.

Si possono scoprire, lontano da affollamenti e rumore, attrazioni note e gioielli nascosti, permettendo così di conoscere, oltre alle zone abituali, anche gli angoli cittadini più segreti e affascinanti.

Lungo la storica passeggiata degli Asburgo, ad esempio, l’atmosfera imperiale si respira fin dai primi passi: questo particolare itinerario conduce infatti alle più significative attrazioni di Innsbruck che vantano un retroscena storico e imperiale. 

 

Massimiliano I: l’imperatore e la città

Quando si sente nominare Innsbruck, viene per lo più subito in mente lo storico Tettuccio d’Oro.

Gli abitanti della città devono la realizzazione del prezioso Tettuccio proprio a Massimiliano I.

Fu lui che diede l’ordine di annettere alla residenza dei principi tirolesi il grandioso bovindo dotato di un lucente tettuccio interamente ricoperto di scandole in rame dorato.

Senza saperlo, Massimiliano diede vita a quello che sarebbe diventato l’emblema più famoso di Innsbruck.

Sul rilievo che orna il bovindo è possibile riconoscere l’imperatore: Massimiliano vi è rappresentato in compagnia delle sue due consorti, del cancelliere, del buffone di corte e di alcuni ballerini di danza moresca. 

Massimiliano fu sempre attento a pubblicizzare la propria immagine e a promuovere la sua memoria.

Non a caso, per assicurarsi di restare nei ricordi del suo popolo, fece erigere un monumentale sepolcro proprio nella città di Innsbruck, la sua residenza preferita. 

 

Palazzi e chiese: camminare nella storia di Innsbruck

Dopo la visita al duomo di Innsbruck, la passeggiata culturale fa tappa alla chiesa di corte Hofkirche: qui ci sono 28 imponenti statue di bronzo, che circondano il cenotafio dell’imperatore Massimiliano I, realizzato in forma di monumento sepolcrale.

Le affascinanti figure a grandezza superiore al naturale raffigurano magistralmente i componenti della famiglia dell’imperatore, i suoi avi e gli eroi dell’epoca. Tra le immense statue spiccano anche otto figure femminili.

Le gigantesche figure bronzee, gli Schwarze Mander in tedesco regionale, fanno però la guardia a un sepolcro vuoto: il corpo di Massimiliano è stato infatti sepolto a Wiener Neustadt.

Un dettaglio da non perdere nel corso della visita sono i bellissimi rilievi che ornano le pareti del sepolcro, realizzati in finissimo marmo bianco.

Queste rappresentazioni mostrano estratti della vita dell’imperatore Massimiliano I che oggi, grazie ad una nuova illuminazione, risaltano in tutta la loro bellezza. 

 

Il Palazzo Imperiale Hofburg: la casa degli Asburgo

Per toccare con mano l’ambiente e la vita degli Asburgo, occorre visitare il Palazzo Imperiale Hofburg.

Questo straordinario edificio sito in via Rennweg, nel cuore di Innsbruck, deve infatti il suo aspetto proprio ad una nota rappresentante degli Asburgo: l’imperatrice Maria Teresa.

Fu proprio lei ad ordinare, nel 18° secolo, la ristrutturazione dell’edificio, rimasto sino ad allora in stile tardo-medievale.

All’interno del palazzo è possibile sia ammirare gli appartamenti imperiali allestiti per un’altra rinomata esponente della casata d’Asburgo, l’imperatrice Elisabetta.

Il palazzo ospita anche una mostra permanente dedicata all’imperatore Massimiliano.

Un’installazione multimediale presenta al pubblico un quadro della vita e delle abitudini della corte dell’imperatore e delle sue consorti.

 

L’arco di trionfo e la via Maria-Theresien-Straße

Passeggiando lungo il tracciato del percorso si incontrano poi la chiesa dei Gesuiti e la fontana di Rodolfo, Rudolfsbrunnen, per raggiungere infine la successiva, importante testimonianza della presenza degli Asburgo a Innsbruck: l’Arco di Trionfo.

Questa imponente opera fu realizzata in occasione del matrimonio dell’arciduca Leopoldo con la principessa di Spagna Maria Ludovica.

Purtroppo le nozze del secondo figlio dell’imperatrice Maria Teresa vennero oscurate da un triste evento: il padre di Leopoldo, Francesco Stefano di Lorena, morì inaspettatamente poco dopo il matrimonio.

Questo inaspettato lutto cambiò il progetto e l’idea dell’Arco di Trionfo, che presenta così, letteralmente, le due facce della vita: le gioie e i dolori. 

L’Arco di Trionfo è anche la porta d’accesso alla strada più prestigiosa di Innsbruck, la Maria-Theresien-Straße, lunga quasi 500 metri.

All’altro capo della strada, si raggiunge il centro storico, con vista sull’immancabile Tettuccio d’Oro.

Le storiche facciate delle case e gli eleganti negozi si integrano perfettamente nello scenario cittadino, rendendo questa via uno dei luoghi preferiti sia dagli ospiti della città che dai suoi abitanti.

Il modo migliore per concludere la passeggiata imperiale è sedersi in uno dei giardini per ospiti che si trovano nella parte nord della via, allestita come accogliente zona pedonale.

Da qui si può godere della vista sul Tettuccio d’Oro e sulla catena montuosa Nordkette, che si staglia maestosa contro il cielo.

Il compagno di viaggio perfetto: la carta ospiti Innsbruck Card 

Con la carta ospiti Innsbruck Card light (valida per 24 ore) seguire il tracciato imperiale lungo le vie della città riserva numerosi vantaggi: la Card include infatti, oltre ad un ingresso a tutti i musei e alle altre attrazioni turistiche presenti lungo la passeggiata degli Asburgo, anche l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici della città.

Chi poi ha più tempo a disposizione potrà scegliere la “classica” Innsbruck Card (valida per 24, 48 o 72 ore), per scoprire altre imperdibili attrazioni, come i mondi di cristallo Swarovski di Wattes e un viaggio sull’impianto Nordkettenbahn. 

 

Alla scoperta della città: tutte gli itinerari “Walks to explore” 

La città di Innsbruck propone sette percorsi “Walks to explore ideali per scoprire i tanti volti di questa città.

Un modo per godere nella massima libertà un tour su misura alla scoperta delle caratteristiche cittadine.

Per affrontare al meglio ogni passeggiata attraverso la città sarà sufficiente munirsi dell’apposito opuscolo Walks to Explore, disponibile sia online che presso l’ufficio informazioni cittadino di Burggraben, oppure scaricare la Innsbruck App

_ Ecco i singoli percorsi:

  • Walk 1: Prospettive alpino-urbane: città e montagna in un unico tour 
  • Walk 2: Giù nella gola, su sul trampolino: tra il trampolino per il salto con gli sci e la gola Sillschlucht.
  • Walk 3: Dallo stile moderno a momenti di raccoglimento: i sei mercatini di Natale di Innsbruck.
  • Walk 4: Massimiliano, Sissi e compagnia bella: sulle tracce degli Asburgo.
  • Walk 5: La giovane Innsbruck: in sella alla bici per scoprire la piazza degli skater, il paradiso dell’arrampicata e il lago balneabile.
  • Walk 6: Alla scoperta della modernità di Innsbruck: un’architettura di livello mondiale si sposa con l’arte edilizia tirolese.
  • Walk 7: L’Innsbruck autentica: fuggire dal trambusto del centro storico e sostare in atmosfere ricche di storia.

> Tutte le informazioni sono disponibili sul sito ufficiale 

 

Per esplorare ancora di più: la carta ospiti Welcome Card Unlimited 

Tutti coloro che desiderano sperimentare e scoprire ancora più attrattive del posto sappiano che Innsbruck è il punto di partenza ottimale per piacevoli gite verso molte altre attrazioni negli immediati dintorni della città.

La carta ospiti Welcome Card unlimited, proposta ad un prezzo davvero imbattibile, comprende 7 imperdibili attrazioni top del Tirolo.

Dal ghiacciaio dello Stubai ai mondi di cristallo Swarovski, senza dimenticare il mondo avventura di Sölden, interamente dedicato all’intramontabile agente 007.

 

Informazioni utili:

Innsbruck Tourismus

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gran tour dei monti d’Abruzzo: itinerari nel cuore degli Appennini

Gran tour dei monti d’Abruzzo: itinerari nel cuore degli Appennini

Innsbruck: un territorio in cui vivere un’esperienza unica tra città e montagne