Tende da escursionismo: caratteristiche e consigli

La tenda è la casa dell’escursionista. Una casa che ci si deve portare sulle spalle lungo i sentieri.

29 giugno 2020 - 13:50

Quindi ecco la prima, inevitabile, scrematura per individuare la tenda più adatta alle esigenze dei camminatori: niente tendoni con veranda, contro-veranda, camera per sei persone, cucina e bagno.

Le tende di cui parleremo in questo articolo sono quelle pensate per accogliere 2/3 persone e il loro primo obiettivo è quello di offrire un riparo agli escursionisti, limitando al massimo il carico da portarsi appresso.

Diciamo che una buona tenda biposto per essere funzionale non deve superare i 3,5 chilogrammi di peso, mentre una tenda da 3 posti deve rimanere al di sotto dei 5,5 kg.

 

Accanto alla leggerezza, ci sono altre qualità che una tenda da escursionismo deve possedere:

 

RESISTENZA – Non sono attrezzi pensati per essere montati sopra il praticello all’inglese del campeggio di Rimini. Il loro catino deve essere ben resistente per sopportare l’abrasione di fondi dove spesso non mancano sassi, cardi, spine, rami, rovi ecc.; la struttura della tenda deve essere adeguata per sopportare la forza degli elementi atmosferici, vento in primo luogo.

IMPERMEABILITÀ‘ – Non c’è niente di peggio che mettersi in tenda felici di aver scampato un temporale e poi ritrovarsi a navigare in una piscina con materassino, sacco a pelo e tutte le attrezzature. Una buona impermeabilità del catino e del telo esterno della tenda è certamente una delle qualità più importanti.

TRASPIRAZIONE E AERAZIONE –  La capacità della tenda di far uscire l’umidità è altrettanto importante di quella di non farla entrare… l’utilizzo di materiali traspiranti per il telo interno e una costruzione della struttura e delle prese d’aria che garantisca una buona areazione è importante per non trasformare la tenda in una sauna, nei climi caldi, o in una sorta di freezer con le pareti ricoperte da centimetri di brina quando le temperature scendono sotto lo zero.

 

Le tende si dividono in due grandi famiglie

Le tende 4 stagioni: caratterizzate da un miglior isolamento termico e da una grande resistenza alla pressione del vento o della neve sulla struttura, pertanto ideali per un utilizzo alpinistico in quota.

Le tende 3 stagioni: pensate soprattutto per un utilizzo escursionistico e che hanno nella traspirazione e nell’areazione i loro punti di forza.

Va ricordato che oggi, quando si parla di tende da escursionismo o alpinismo ci si riferisce essenzialmente ai modelli cosiddetti a igloo, dove è il particolare l’incrocio degli archi della paleria a dare stabilità alla struttura, e, in misura minore, alle tende a tunnel, leggere, ma un po’ più difficili da stabilizzare, visto che, per “stare in piedi”, necessitano un lavoro di sistemazione dei tiranti che consente di mantenere la forma “a tubo” della tenda.

Una menzione a parte la meritano le tende monotelo. Si tratta di prodotti molto specifici (ne esistono modelli pensati sia per l’escursionismo che per l’alpinismo) che puntano tutto sulla leggerezza.

L’eliminazione del telo interno consente, infatti, un notevole risparmio di peso, ciò ovviamente a discapito di altre qualità: la mancanza del telo interno, infatti, ci espone maggiormente al contatto con superfici inumidite dalla condensa o con eventuali infiltrazioni di acqua dall’esterno e riduce la capacità di isolamento termico.

Altro “ramo minore” della famiglia è costituito dalle tende singole. Anche in questo caso l’obiettivo è il risparmio di peso, essenziale per escursionisti solitari. Spazi ridottissimi e dotazioni essenziali sono il prezzo da pagare per potersi caricare sullo zaino poco più di 1,5 chili di tenda.

Caratteristiche da valutare nel momento della scelta della propria tenda

Prima cosa, ovviamente, considerare se la tenda dovrà avere una vita da alpinista (meglio quindi scegliere una 4 stagioni) o da escursionista (meglio una 3 stagioni);

_ Valutare se ne faremo un uso esclusivamente estivo o anche in climi più freddi;

_ Non farsi abbagliare dalla leggerezza a tutti i costi: ogni grammo in meno di solito è qualcosa che manca!

_ Per i materiali vi buttiamo lì qualche indispensabile termine tecnico (non spaventatevi!).

  • Telo esterno: poliestere con spalmature poliuretaniche e/o alluminate, con cuciture rigorosamente nastrate e termosaldate.
  • Telo interno: ideale nylon ripstop per le 4 stagioni e cotone per le 3 stagioni.
  • Catino: poliestere (robusto!) con spalmatura poliuretanica alluminata, anche in questo caso sono d’obbligo le cuciture nastrate e termosaldate.
  • Paleria: il meglio è il duralluminio, leggero, flessibile e resistente. Per le 3 stagioni possono andare anche i pali in vetroresina.

 

Camp Minima 2SL

Piccola tenda dell’italiana Camp, azienda specializzata nei prodotti per la montagna e l’outdoor. Questa tenda è una dimostrazione della qualità produttiva di questo brand italiano.

Una tenda molto compatta, una volta chiusa occupa solo 30 cm di lunghezza e circa 12 cm di diamentro, davvero piccola e ottima da inserire nello zaino per un trekking di più giorni.  Altre punto a favore di questo prodotto è il peso, che supera di poco il chilogrammo, un carico perfetto per ogni trekker.

Certo le dimensioni, una volta montate, non sono uno dei punti di forza, ci si sta comodamente sdraiati ma niente di più. Sognatevi di poter fare operazioni complesse al suo interno, ci si dorme e basta. Ottima però la piccola anticamera, piccola ma funzionale.

I materiali costruttivi sono buoni, il telo esterno è in Nylon da 30 denari siliconato e il pavimento offre un buon isolamento. La camera interna non offre grande protezioni al freddo, per questo meglio affidarsi al sacco a pelo.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

The North Face Heyerdah

Una tenda di alta qualità e di fascia alta, ottima per il trekking plurigionalieri anche in ambienti ostili.  L’ingresso ha spazio sufficiente per riporre lo zaino e cucinare quando il tempo è butto, però non ci si sta certo larghi.

I materiali costruttivi del tetto e del pavimento garantiscono ottima impermeabilità e isolamento da freddo e umidità. Per montarla si usano 6 ganci tensori che si collegano a dodici punti della tenda, pensati per migliorare la stabilità della tenda anche in ambienti molto ventosi.

L’aspetto meno curato di questo prodotto è il peso, leggermente superiore rispetto ad altre concorrenti,  con i suoi

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Ferrino Sintesi 2

Una tenda è leggera e compatta, ideale per i trekking estivi o, comunque, in ambienti non troppo difficili.

Per garantire trasportabilità Ferrino ha concesso qualcosa in termini di isolamento dal freddo e dall’umidità, infatti è una tenda monotelo al cui interno può facilmente formarsi della condensa.

Il peso di 1,4 kg e la compattezza la rendono adatta ai cammini di più giorni, nei quali il fattore ingombro e peso sono molto importanti, ma non è adatta per i trekking in ambienti più estremi.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Big Agnes Copper Spur HV UL2 e UL3

Una tenda molto leggera e spaziosa, facile da montare. Ricca ance di accessori, come le grandi tasche, l’ingresso spazioso e i materiali di ottima qualità.

Le cerniere possono impigliarsi e creare qualche problema, ma è sufficiente usarle con attenzione. La Big Agnes Copper Spur ha un’ottima combinazione di peso, spazio interno, protezione dagli agenti atmosferici e facilità d’uso rispetto a molte altre tende della stessa fascia.

Il prezzo non è economico, ma la qualità vale l’esborso, difficile trovare una tenda così performante e leggera. È disponibile di diverse dimensioni, da una a tre persone, con differenze di peso minime, infatti anche il modello più grande pesa pochi grammi in più

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Marmot Tungsten 2P UL

La Marmot Tungsten 2P UL ha un ottimo equilibrio tra peso, costo e abitabilità. Una tenda spesso sottovalutata e non compresa tra quelle di alto livello, in realtà la qualità costruttiva è eccellente e i prezzi sono inferiori a tende di pari livello.

Ottime le rifiniture, le cerniere sono scorrevoli e si aprono con una mano, la copertura in poliestere resiste alla pioggia e isola dal freddo. Quindi possiamo considerare questa tenda come una delle migliori per peso, costo e spazio interno

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Salewa Tenda Literek II

La Litetrek II è una tenda doppio telo per 2 persone progettata per il trekking in ambiente alpino, dove le condizioni meteo sono più dure e quindi è necessaria una struttura che garantisca impermeabilità, isolamento termico e anche un’ottima resistenza al vento.

La qualità costruttiva di questa tenda si accompagna anche ad un peso e ingombro contenuto, quando è chiusa nella sua sacca. La struttura è costruita con doppio telo, che garantisce ampio spazio e assicura un ottimo equilibrio tra protezione dalle intemperie e areazione.

La struttura completamente autoportante permette di montarla senza problemi sulla roccia o in ambienti alpini, dove gli spazi spesso sono ridotti. In ogni caso i punti d’ancoraggio possono essere allargati per una maggior flessibilità, per esempio sulla neve.

Il telo esterno è in nylon ripstop 50D, resistente agli strappi, rivestito in silicone e PU in grado di resistere ad una colonna d’acqua da 3,000 mm, il fondo è in nylon 70D rivestito in PU, resistente ad una colonna d’acqua a 5.000 mm, mentre il poliestere ripstop 66D della camera ha un ingresso in mesh, con zanzariera.

Il sistema 3S Speed Set Up Solution, progettato da Salewa, con picchetti e tiranti corti e piatti, consente di montare la tenda rapidamente e senza difficoltà. Litetrek Pro III è una tenda versatile e performante, adatta per i trekking di più giorni in territori impegnativi.

_ Disponibile in offerta su Amazon:

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

I sacchi a pelo, caratteristiche e qualità

Calze da escursionismo: uso e caratteristiche

Sei consigli per scegliere la giacca impermeabile