Isole Covid Free, passo fondamentale per far ripartire il turismo

Dopo la decisione della Campania, anche le altre regioni italiane stanno procedendo con l'immunizzazione degli abitanti delle piccole isole. Secondo le previsioni delle sanità regionali, entro giugno quasi tutte le isole minori italiane saranno Covid free.

14 maggio 2021 - 13:38

Sono in corso le vaccinazione nelle isole italiane per immunizzare tutti gli abitanti ed operatori turistici.

L’obiettivo è permettere l’arrivo dei turisti in queste località senza rischi per gli abitanti e gli operatori.

La prima a muoversi in questa direzione è stata la Campania, che ha variato il piano vaccinale regionale dando priorità alle isole di Capri, Ischia e Procida.

Le vaccinazioni eseguite da personale medico delle ASL di Napoli in appositi hub vaccinali, sono ormai prossime alla conclusione.

Anche le altre regioni hanno seguito l’esempio del Governatore Vincenzo De Luca. Per prima la Puglia che ha inviato personale sanitario dell’ASL di Foggia alle isole Tremiti, dove questa settimana saranno completate le immunizzazioni.

Sta vaccinando le sue isole anche la Sicilia, già completate il primo ciclo di vaccinazioni alle Isole Eolie, mentre questo fine settimana inizieranno le somministrazioni anche a Lampedusa, Pantelleria e Linosa.

In Sardegna tutti i 7000 abitanti dell’Arcipelago della Maddalena dovranno presentarsi nell’hotspot allestito dalla regione, in collaborazione con i militari, per tre giorni di vaccinazioni a tappeto. L’obiettivo è concludere rapidamente l’immunizzazione di tutti gli isolani.

 

Un cambio di rotta rispetto alle linee guida del Generale Figliuolo

Un cambio di rotta rispetto alle linee guida del Commissario all’emergenza Generale Figliuolo, che aveva indicato l’età e la presenza di patologie come unici criteri guida per stabilire le priorità delle somministrazioni.

Per questo la decisione della Campania aveva destato numeroso polemiche, ma negli ultimi giorni l’approvvigionamento di dosi di vaccino non è più un problema. Pfizer e Moderna stanno rispettando i numeri previsti nei contratti, mentre Astrazeneca sta incrementando il numero di fiale inviate.

La grande disponibilità di dosi ha permesso alle regioni di redigere piani vaccinali che prevodono la completa immunizzazione delle piccole isole.

Una decisione voluta anche dall’Associazione Nazionale Comuni Isole Minori che aveva invitato il Governo a dare priorità agli abitanti di questi territori, per una serie di regioni specifiche.

In primo luogo per l’esiguo numero di abitanti, che non incide sulla campagna vaccinale.

Inoltre per la circostanza che questi comuni sono spesso sprovvisti di presidi ospedalieri e in ultimo, ma non meno importante, sono località che hanno economie basate quasi interamente sul turismo.

In base alle previsioni delle diverse regioni, con l’arrivo di giugno, buona parte degli abitanti delle piccole isole italiane saranno vaccinati, rendendo questi territori Covid Free.

Questa terminologia non deve però trarre in inganno, infatti non significa che il Covid non potrà presentarsi ma che abitanti e operatori potranno vivere e lavorare senza rischiare infezioni gravi.

 

Seguici sui nostri canali social! 

Instagram –  Facebook – Telegram

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Campeggio libero! Si può fare? SI, No, forse…

Prime Day: ultimo giorno di offerte!

Green Pass Covid approvato dal governo: come funziona e come si ottiene