Trekking: le 9 cose più importanti da portare nella tua prima escursione

Il trekking è una passione in crescita, ma cimentarsi sui sentieri è una pratica più complicata di quello che si pensi, per chi è alle prime armi. Ecco 9 cose che un principiante dell'escursionismo dovrebbe portare con sé sui sentieri, mentre esplora per la prima volta la natura.

25 maggio 2023 - 13:23

Principianti: cosa portare nel tuo primo trekking

Si fa preso a dire “camminare”.

In realtà il trekking è un’attività complessa che richiede tempo, prudenza e pazienza per essere appresa e messa in pratica.

Una delle prime domande che un principiante del trekking si pone è: cosa mi devo portare durante un’escursione?

In questo articolo elenchiamo 9 cose che non possono mancare nella tua prima escursione.

Alcune sono ovvie, altre sono sorprendenti, ma nessuna è banale e ciascuna sottolinea un aspetto del trekking che non può essere lasciato al caso, se non si vuole rischiare la propria sicurezza o anche solo di compromettere la bellezza unica di una esperienza nella natura.

 

1 – Una cara, vecchia mappa cartacea

Il buon trekker ha sempre con sé una mappa, una bussola o un GPS.

In particolare, la mappa cartacea è indispensabile, perché il GPS, a maggior ragione se si tratta di quello integrato in uno smartphone, potrebbe essere impreciso o lasciarti per strada.

Con la mappa saprai sempre dove ti trovi e dove stai andando, dove sono le fonti d’acqua e i punti di ristoro e rifugio.

Quando sai cosa aspettarti, puoi pianificare meglio altri dettagli e goderti l’escursione senza preoccuparti di perdere il sentiero.

2 – Acqua, acqua, acqua

L’acqua è forse l’elemento più importante nella lista di cose da portare.

Ricorda sempre che un’escursione sui sentieri, in particolare in montagna, non è una passeggiata in città.

Sia perché i dislivelli e l’altitudine richiedono all’organismo uno sforzo supplemetare, sia perché non potrai trovare il bar all’angolo dove rifornirti del prezioso liquido.

Che sia freddo o caldo all’esterno, avere un’adeguata scorta d’acqua dovrebbe essere sempre una priorità.

La disidratazione è un rischio serio che può mettere a rischio anche la vita.

In questo articolo tutti i consigli per ridurre il rischio disidratazione durante un trekking

3 – Snack e sali minerali per ricaricarsi

Come nel caso dell’acqua, anche qui parliamo non solo di sopravvivenza, ma anche di una condizione necessaria per potersi godere appieno il trekking.

Senza una corretta alimentazione, ti affaticherai molto presto.

Naturalmente tutto dipende dalla lunghezza dell’escursione, ma trattandosi di principianti qualche snack extra sarà senz’altro utile per ricaricarsi o rilassarsi durante una pausa lungo un percorso breve.

Ti suggeriamo anche di portare con te degli integratori di sali minerali e vitamine, che potranno ricaricarti al momento giusto.

In questo articolo una guida completa all’alimentazione per il trekking

4 – Una mantellina antipioggia, perché le previsioni meteo a volte sbagliano

A volte non importa quanto pianifichi, il meteo reale finirà per smentire le previsioni.

Non si può sempre prevedere un temporale improvviso o una pioggia, ma ci si può preparare nel caso avvenga.

Una mantellina leggera che non appesantisce lo zaino può essere una buona idea e vestirsi a strati è sempre un must.

In questo articolo tutti i consigli per affrontare la pioggi sui sentieri

5 – Un kit per la sicurezza e il pronto soccorso

Se hai in programma una camminata su un sentiero facile e ben tenuto, dove passano molti escursionisti, potresti non preoccuparti troppo della sicurezza.

Tuttavia i sentieri cambiano aspetto, anche quelli che conosciamo meglio, e non è detto che proprio quel giorno tu possa incontrare qualcuno per darti una mano.

Un kit generale di sicurezza dovrebbe prevedere una torcia, un fischietto e un coltellino multiuso, così da essere preparato per qualsiasi situazione.

Il coltellino potrà essere usato per tagliare il tessuto, fare bendaggi o semplicemente aprire una confezione di cibo.

Per il pronto soccorso dovresti includere trattamenti per le vesciche, bendaggi, nastro adesivo, pomate antibiotiche, garze, antiinfiammatori.

In questo articolo puoi leggere in dettaglio tutto quello che c’è da sapere su come preparare un kit di pronto soccorso per il trekking

 

6 – Creme e occhiali da sole adatti al trekking

Con l’estate che arriva camminare richiede una particolare attenzione per la pelle e gli occhi.

Porta con te una crema solare per proteggerti dalle scottature solari e dalle radiazioni ultraviolette (UV).

L’ideale è una crema ad ampio spettro con un SPF 15 o superiore e occhiali da sole che offrano una protezione al 99-100% dagli ultravioletti A (UVA) e B (UVB).

Se possibile, cerca di fare escursioni su sentieri ombreggiati tra le 10 e le 17 quando il sole è forte, e usa le mattine per escursioni in zone aperte.

Riapplica la crema solare ogni due ore o più spesso se stai sudando molto.

In questo articolo tutti i consigli per proteggersi dal sole durante un trekking

7 – Spray anti insetti

Zecche, api, ragni e zanzare sono alcuni degli insetti che potresti incontrare durante l’escursione, a seconda del luogo, dell’ora del giorno e della stagione.

Tuttavia, per quanto ami la natura e i suoi abitanti, non è necessario lasciare che questi parassiti rovinino il tuo trekking.

Porta con te un repellente e assicurati di riapplicarlo frequentemente.

Ricorda che il DEET non è adatto ai bambini piccoli, quindi scegli per loro un’alternativa, come uno spray alla citronella.

In questo articolo tutto quello che c’è da sapere sul pericolo zecche

8 – Un sacchetto per la spazzatura

Metti nello zaino un sacchetto per la spazzatura per mantenere i sentieri che percorri belli, puliti e privi di rifiuti.

Un sacchetto di plastica con la chiusura lampo è perfetto per contenere involucri e altri rifiuti fino al ritorno.

Assicurati di insegnare ai più piccoli l’importanza di smaltire correttamente i rifiuti.

In questo articolo tutte le regole per non lasciare tracce durante un trekking

9 – Un escursionista esperto

Ebbene sì.

Quello che dovresti assolutamente portare con te nella tua prima escursione è qualcuno che abbia già esperienza di trekking.

Per quanto ti possa affascinare l’idea di camminare in solitaria, esplorare la natura a piedi è un’attività che richiede prudenza e consapevolezza di quello che si fa.

Iniziare da soli non è mai una buona idea, neppure in sentieri che a prima vista sono semplici.

Quindi ti consigliano di fare la tua prima escursione con qualcuno che sia abituato a portare lo zaino sulle spalle, magari aggregandoti a una delle tante associazioni escursionistiche che organizzano trekking.

Seguendo i primi 8 consigli, arriverai con lo zaino già pronto per la tua prima escursione.

Buon Cammino!

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Preparare lo zaino da trekking: la guida completa per caricarlo nel modo giusto

Allenarsi per trekking ed escursioni: gli esercizi migliori per rafforzare i muscoli

Cosa mangiare durante un trekking invernale al freddo e sulla neve: ecco alcuni consigli fondamentali